Archivi categoria: Curiosità

Quanto guadagna una Escort di Lusso in Italia?

Si proprio questo vogliamo svelarvi, cioè quanto guadagna una Escort di alto livello detta anche TOP Class Escort in Italia?

Le cifre sono spaventose alcune Escort di altissimo livello riescono a guadagnare in un solo anno fino a 500.000€! Si avete capito bene mezzo milione di Euro, ma tutto questo dipende da molti fattori, infatti non tutte le escort arrivano a cifre del genere, la bellezza, la classe, l’eleganza e la cultura contano tantissimo, se la ragazza ci sa fare ed è davvero una Top in tutti i sensi allora ha molte più possibilità.

Che differenza c’è tra una normale Escort e una Escort Top Class di Lusso?

Prima di tutto per essere una Top Class si deve lavorare molto su se stessi, una Escort Top impiega la maggior parte del suo tempo ad acquisire conoscenze e informazioni utili grazie alle quali può migliorare ed evolvere il suo lato spirituale, mentale e fisico. Una Top Class Escort è estremamente consapevole della propria incantevole bellezza che la rende differente dalla media, ma una Top Class non si ferma a l’apparenza, la cultura è una l’altra importantissima caratteristica, oltre al saper parlare più lingue, ad vere conoscenze generiche come di arte, di storia, di politica, di sociale, di viaggi,  tutto questo fa si che possa affrontare qualsiasi esperienza formale o informale, quindi essere elegante e culturalmente pronta anche per convegni e cene professionali di altissimo livello.

Una Donna completa, elegante, giovanile, simpatica, acculturata e incantevolmente bella, questo rende una Escort Top Class differente da una generica Escort.

Come si contatta una Escort di altissimo livello

Le Escort “generiche” anch’esse intendiamoci molto belle possono essere contattate su siti web di settore che promuovono spazi pubblicizzati acquisiti dalle ragazze, corredati con fotografie, descrizione della ragazza e naturalmente i contatti come un email o un numero di cellulare, i siti web più sicuri per contattare una Escort sono:

Solo per citare i più seri e professionali.

Mentre a differenza delle Escort “Generiche”, le Escort Top Class si possono contattare sempre su siti web che vendono spazi pubblicitari ma in questo caso sono siti web settoriali, molto più curati ed eleganti dove potete trovare annunci esclusivamente di Escort di altissimo livello, la differenza importante è che non è possibile fare un incontro Last minute, ma preferiscono essere contattate e prenotate almeno 2 o 3 giorni prima, inoltre è difficile che ci sia un numero di cellulare perché preferiscono ricevere il primo contatto attraverso un email.

I siti web più sicuri per contattare una Escort di Lusso Top Class:

Oltre ai siti web esistono anche agenzie che permettono ai clienti di prenotare una accompagnatrice o una hostess telefonicamente.

I siti web più sicuri per contattare una Hostess Top Class:

Ritornando alla nostra curiosità sulle cifre che riescono a guadagnare abbiamo riscoperto un intervista fatta ad una Escort Top Class e la riportiamo senza modifiche citando anche la fonte del testo:

” L’intervista è stata fatta nel corso della trasmissione ECG che viene mandata in onda sulla radio del polo universitario. […]

Marina inizia la sua carriera lavorativa come cameriera in un locale ma l’insistenza del proprietario volta ad un diretto contatto sessuale le fa decidere di licenziarsi e iniziare la ricerca di un nuovo lavoro, “mettiti con me” le diceva, “ti darò tantissimi soldi”. […]

Oggi marina studia ancora e fra solo un’anno prenderà la laurea, tutto va a gonfie vele, continua a lavorare come escort e non ha nessuna intenzione di smettere, almeno per ora, questo perché, detto proprio da lei, in questo ultimo anno ha guadagnato oltre 200.000 euro.”

Fonte: https://www.escortforyou.it/marina-una-escort-da-200-000-euro-lanno/

 

 

Il Coronavirus e lo Smart Working

In Italia lo Smart Working fino al 21 febbraio non era molto praticato dalle aziende. Ma purtroppo l’arrivo del coronavirus nel nostro Paese ci ha portati a uno stato di emergenza e di conseguenza sono state prese diverse misure di sicurezza.

Tra le disposizioni c’è quella di ridurre al minimo gli spostamenti per evitare il più possibile i contagi cercando allo stesso tempo di portare avanti le attività.

È qui che entra in azione lo smart working che in italiano significa “lavoro intelligente”. È una grande opportunità per le aziende e per i lavoratori adottare questo tipo di sistema. Le persone hanno molta più flessibilità e autonomia, possono scegliere dove e quando lavorare e che strumenti utilizzare. Allo stesso tempo aumenta la responsabilità da parte del dipendente che comunque dovrà portare a compimento i lavori assegnati e rispettare le scadenze dettate dal datore di lavoro.

Infojobs, la piattaforma per la ricerca del lavoro online, a marzo 2020 ha avviato una ricerca che interessa lo smart working. Ha analizzato 189 aziende e 1.149 candidati.

Dal loro studio è risultato che il 72% delle aziende sono state in grado di organizzarsi velocemente nel disporre i mezzi e gli strumenti ai loro dipendenti in modo tale da proseguire a lavorare da casa.
Il dato più interessante è che il 56% delle aziende non aveva ancora messo in atto lo smart working.
Sul 64,5% delle aziende, il 39% dichiara che la produttività è rimasta pressoché costante e il 25,5% ne ha un po risentito del cambiamento.

Per quanto riguarda le difficoltà, il 44% delle aziende ha riscontrato problemi di tipo organizzativo, in particolare non hanno i mezzi per procedere con la supervisione e controllo del lavoro dei dipendenti. Il 42% delle aziende ne risente la parte relazionale, il fatto di non potersi confrontare e lavorare in gruppo. Poi c’è il 14% delle aziende che hanno incontrato difficoltà dal punto di vista tecnologico, esattamente non disponevano di strumenti e personale interno specializzato per gestire l’emergenza.

Passiamo ora ai lavoratori. Infojobs, tra quelli analizzati, ha rilevato che il 79% di loro era la prima volta che praticavano lo smart working. Poi c’è il 14,5% che dichiara che sono solo cambiate le disposizioni e infine per il 6,5% dei lavoratori è invece rimasto tutto uguale, non hanno subito cambiamenti.

Poi le indagini hanno proseguito sul piano personale, chiedendo ai lavoratori come si sono trovati a lavorare in questo modo, impiegando lo smart working.
Il 38% si ritiene fortunato a lavorare a casa e di non essere costretto a uscire data l’emergenza
coronavirus.

Il 27% dei lavoratori gradisce il fatto di potere gestire il lavoro online mantenendo lo stesso ritmo. C’è però il 7% che trova difficoltà a gestire il lavoro, principalmente a causa degli impegni famigliari e di conseguenza è meno efficiente. C’è da prendere in considerazione che il 33% dei lavoratori che sono a casa sono donne con figli.

Questi dati ci aiutano a farci un’idea della condizione attuale delle aziende e dei lavoratori in Italia.
Tutto sommato il Paese ha risposto bene a questa emergenza. Nessuno poteva prevedere che da un momento a l’altro sarebbe scoppiata una pandemia e che ci saremmo trovati a vivere in quarantena.
Anche se purtroppo al momento una parte della popolazione italiana si trova senza lavoro da l’altra parte possiamo consolarci del fatto che si continua ancora a produrre. Grazie alla tecnologia di oggi è possibile adottare sistemi come lo smart working che hanno permesso in generale alle aziende di non arrestarsi totalmente.

Inoltre i lavoratori ci hanno guadagnato anche sotto l’aspetto della salute limitando al minimo le uscite per non correre il rischio di essere contagiati dal coronavirus.

Per leggere una guida per su come lavorare da casa e quali sono i lavori da effettuare online clicca qui.

Si può guadagnare online con la propria musica?

Oggi per ascoltare musica non è più indispensabile pagare, basta un click sul vostro computer o accedere ad applicazioni specifiche con un semplice tap sullo schermo del cellulare. Ma allora dobbiamo pensare che il mercato della musica e nello specifico i musicisti siano finiti, in crisi e sul lastrico?

Questo proprio no, è certo però che per vendere il proprio sound è necessario essere al passo coi tempi e conoscere tutte le modalità di promozione dei propri brani musicali. La stessa creatività con cui fai musica va riproposta nello stile adatto a promuovere la tua musica.

Ci sono modalità, che vi indicheremo in questo articolo, con cui fare soldi online con la tua musica. Alcuni funzioneranno più degli altri ma potresti provarli e rimanerne sorpresi. Certo è che, per riuscire a realizzare il proprio sogno, rischi se ne devono correre.

Distribuire la propria musica senza un’etichetta

La distribuzione digitale dei brani musicali ha dato l’occasione ai musicisti e agli artisti di poter distribuire la propria musica anche se non si è un possesso di un’etichetta o casa discografica. Se ci si muove senza un’organizzazione o un team di produzione il problema di finanziare la produzione e dividersi le royalties non sussiste. Far girare la tua musica su Spotify, Apple Music, Google play, ITunes e svariate altre piattaforme ti offre l’occasione di far ascoltare la tua originale musica ai fans in qualunque momento della giornata e soprattutto su qualsiasi piattaforma.

Le royalties non saranno numerose da subito ma questo metodo ti consentirà di acquisire un canale importante con cui promuovere costantemente le tue creazioni musicali e far crescere il tuo fanclub ulteriormente.
Le piattaforme di distribuzione o meglio di streaming, aiutano l’utente alla scelta del brano o autore sconosciuto consigliando sempre nuove proposte musicale che aiutino ad apprezzare i nuovi artisti. Questi utenti potrebbero essere i tuoi potenziali fans, che ti seguiranno ai concerti, compreranno album e gadget e ascolteranno la tua musica in streaming. Tutti gli sforzi fatti per promuovere i tuoi brani musicali non andranno perduti ogni volta che qualcuno si sintonizzerà sulla sua piattaforma per ascoltare la tua musica.

Trova il giusto canale di promozione della tua musica.

Condividi online e con stile la tua musica gratis

Vendere un album non è sufficiente poiché oggi, lo streaming ha profondamente cambiato il modo di vendere musica, questo perché le persone vogliono avere la musica preferita a portata di mano.
Si è costantemente alla ricerca di nuove tendenze musicali e per farsi conoscere è indispensabile vendere o condividere il proprio album con tutti in maniera originale e creativo. Quello che si sta vendendo è un’esperienza, un’emozione e non una cosa.

Fiverr

È uno dei siti in crescita rapida dove i musicisti hanno l’occasione di vendere i loro brani. Si tratta di una comunità online in cui a partire da 5 euro si possono vendere i propri servizi, come brani musicali o professionalità legate alla musica. La comunità di artisti su Fiverr è grande ormai ma non è nemmeno così complicato farsi notare.

Crea un ID su Youtube

Servizio numero uno di streaming Youtube è ottimale per distribuire la propria musica su internet. Super di gran lunga ITunes, Spotify e Tidal. Se la musica che carichi sulla piattaforma viene visualizzate in cambio dovresti ricevere del denaro. Il suo sistema è detto Content ID e monitora perfettamente chi e quando, ha ascoltato la tua musica. Se trova tra le infinite soluzioni musicali, i tuoi brani e sei il proprietario del copyright puoi scegliere di guadagnare dalle visualizzazioni successive con l’inserimento di annunci pubblicitari prima dell’inizio del tuo video musicale. È il tuo agente di booking virtuale.

Investire online, Anziani vs Giovani!

Quali sono i metodi più utilizzati fra i giovani e gli anziani per guadagnare online? L’articolo di oggi approfondirà proprio questo argomento.

Oramai le opportunità di lavoro sul web sono davvero tante, infatti sono in molti a cimentarsi in questa tipologia d’investimento.

Lavorare sul web ormai è diventato semplice.

In Italia almeno il 51% della popolazione ha provato a cercare su Google se esistono modi per iniziare a guadagnare online da casa.

Questo è un dato che nei prossimi anni sarà in aumento, in media del 4% anno, se non di più.

Siamo una popolazione che offre molte opportunità di business da casa e non stiamo parlando solo di giovani, anche gli over 50 iniziano a muoversi in questo ambiente.

Bisogna sempre tener conto delle esigenze del mercato quando si decide di investire online.

La tipologia di persone che compie queste ricerche, abbraccia un range di età che va dai 18 anni fino ad arrivare ai 60 inoltrati.

Vivere da casa da soli, con un coniuge o con la propria famiglia poco importa, iniziare ad investire online è sempre fattibile, in qualsiasi luogo vi trovate.

Adesso, secondo una statistica su 100 pensionati 90 desiderano continuare una vita lavorativa da casa, perché avendo lavorato una vita faticano a vedere le loro giornate vuote.

La scelta ricade sui lavori da casa per un semplice motivo.

La motivazione principale è che viene impiegata poca energia da spendere. Poi se ci pensate la percentuale di disabilità degli over 60 è molto più alta, per cui anche chi è limitato a livello motorio, ma essendo mentalmente molto attivo, avrà la possibilità di mettere a frutto le proprie conoscenze.

Dato che una disabilità non può e non deve essere una discriminazione, è bello per loro sentirsi ancora vivi ed avere una nuova rinascita con una opportunità di business.

I giovani invece decidono di dedicarsi al lavoro da casa per iniziare a guadagnare i primi soldi, magari da spendere in vacanze o per comprare l’ultimo paio di scarpe del momento.

Come vedete seppur in modo diverso, l’intento è sempre lo stesso, iniziare a guadagnare online.

Le opportunità di lavoro online

Il web mostra davvero tantissime opportunità per trarre guadagno online.

Molto spesso si sceglie la possibilità di guadagnare con le affiliazioni perché è molto remunerativa rispetto alle altre.

Funziona in modo molto semplice per cui oggi vogliamo fornirvi un esempio.

Per iniziare a guadagnare con le affiliazioni sarà necessario prendere degli accordi con una determinata azienda e vendere un prodotto per loro conto.

Ci spieghiamo meglio.

Esistono molti siti web, come Amazon stesso, che vendono migliaia di prodotti.

Quale sarà il vostro compito?

Ognuno di questi siti mette a disposizione un pannello di controllo per gli affiliati, voi dovrete registrarvi e iscrivervi.

Dopodiché riceverete un link di affiliazione da parte di Amazon (Vedi anche un altro metodo per investire su Amazon)

Inserendo questo link all’interno di un sito web o semplicemente girandolo ai vostri amici avrete l’opportunità di guadagnare una percentuale dagli acquisti effettuati dai vostri amici.

Questa attività può essere avviata sia da giovani che da anziani.

Un’altra alternativa per guadagnare del denaro sono le ricerche bibliografiche. Questo è un lavoro molto popolare tra gli anziani e le persone meno giovani. Può essere eseguito anche da persone con problemi di mobilità dato che le biblioteche sono attrezzate anche per loro. Ed è possibile farlo o lavorando in una biblioteca o semplicemente compiendo delle ricerche da casa.

Otterrete una percentuale in base al numero di ricerche utili effettuate.

Oggi gli anziani sono tecnologici e molti di loro, la maggior parte del loro tempo, lo impiegano sui social o facendo ricerche nel web. Per cui sfruttare questa abilità per creare un lavoro redditizio online non è affatto da sottovalutare.

Anche questa attività può essere avviata sia da giovani che da anziani, ma questi ultimi sono più propensi e adatti a questo tipo di lavoro.

Un’attività che invece è diffusa fra i più giovani è la sponsorizzazione di prodotti sui social network, attraverso foto che espongono i brand delle aziende.

Ad esempio, sono molti i fit blogger, fashion blogger e food blogger che si cimentano in questo tipologia di investimento online.

Questa attività può essere avviata sia da giovani che da anziani, ma sono i giovani a prediligere questa tipologia perché solitamente per farlo si utilizza Instagram.

Quest’ultimo al momento è il social network più utilizzato al momento e raccoglie milioni di iscritti.

Moltissimi però ci teniamo ad aggiungere sia giovani che anziani hanno scelto come forma di investimento online il famoso Trading online.

Le azioni sulla Cannabis sono una nuova forma di Investimento?

L’industria della cannabis, sta avendo una forte espansione, questo è dovuta a molti fattori. Prima tra tutti la recente legalizzazione, da parte del Canada e Stati Uniti e di altri paesi e stati, sia per uso medico che per uso ricreativo.

Anche le aziende farmaceutiche, hanno contribuito a questa crescita, grazie alla produzione di prodotti per usi medici e prodotti come creme, oli e molto altro tutto a base di marijuana. Di conseguenza la maggior parte delle aziende del settore, sono coinvolte nella produzione e lo sviluppo della marijuana medica sia le piante non trasformate che i prodotti che contengono i cannabinoidi presenti nella pianta.

Il trading sulle azioni Cannabis

Sia che tu abbia deciso di investire in maniera tradizionale sulle azioni della marijuana, o fare trading sul loro prezzo, prima di investire i propri soldi ci sono alcune cose da considerare.

Conoscere i tipo di prodotti a base di marijuana che stanno contribuendo la crescita dell’industria della cannabis, ci sono due tipi di prodotti marijuana medica e quella ricreativa.

In base al tipo di prodotto ci sono diverse aziende alle quali possiamo guardare. Ci sono tre categorie coltivatori, biotecnologia, fornitori. Un altra cosa da prendere in considerazione, è comprendere i rischi del trading o degli investimenti sulle azioni di cannabis, il miglior modo è quello di fare ricerca e determinare che tipo di risorse sono le più rischiose. Considerate anche che ogni investitore a diversi obiettivi finanziari e tolleranze al rischio.

Dopo tutto questo bisogna optare su quale metodo, esistono due modi per investire nell’industria della cannabis:

  • Azioni e fondi di negoziazione in borsa (ETF);
  • Operare con il trading online sui Contratti per Differenza o CFD.

Quest’ultima opzione è la più amata degli investitori, quando scambi CFD sulle azioni di marijuana, si accetta di scambiare la differenza nel prezzo del titolo di marijuana tra quando la posizione viene aperta e quando viene chiusa. E’ molto amato anche perchè il trading CFD è un prodotto con leva, questo vuol dire che è necessario solo versare una frazione del valore della propria posizione al fine di versare un’esposizione di mercato più grande, e ottenere profitti alti, ma anche di perdite ingenti. Un altro vantaggio dei CFD è che puoi sfruttare sia i prezzi in aumento o prezzi in calo, questo da l’opportunità di sfruttare il mercato azionario che è molto volatile.

Lo abbiamo ripetuto molte volte, l’industria della cannabis, è in piena espansione, la nostra opinione è quella di approfittare di questo boom, attraverso i CFD, che danno la possibilità a tutti di poter investire sulle azioni della cannabis, ETF riguardanti l’industria della cannabis, senza dover avere un capitale elevato, possiamo avere occasioni di profitto sia dai prezzi in rialzo che in ribasso.

Perchè tutti vogliono investire nel trading online sulle Azioni Amazon?

Amazon.com è uno dei più grandi siti di vendita al dettaglio online al mondo. Dalle sue umili origini in un garage a un business internazionale che impiega ogni giorno migliaia di persone, la società è in costante crescita. Le persone di tutto il mondo acquistano libri, film, musica e prodotti da Amazon e da altrettanti centinaia di società patner.

Amazon.com è stato creato da Jeff Bezos nel 94, era gestita completamente dal garage di Bezos. Durante il primo mese di attività, Bezos a spedito ordini a tutti i 50 stati e a 48 paesi. I libri erano l’unico prodotto disponibile in quel momento.
Lo scopo di Bezos era che Amazon.com fosse più di un semplicissimo sito di vendita al dettaglio, voleva creare una comunità online.

Il 15 maggio 97, Amazon divenne pubblica, l’offerta pubblica iniziale (IPO) era di 16€, alla fine della giornata la domanda pubblica era arrivata al prezzo di € 21,36. Amazon è quotato sul NASDAQ come AMZN.

Ma perchè tutti ora vogliono investire sulle Azioni di Amazon?

Amazon è diventa il primo e-commerce al mondo grazie ai suoi punti di forza, che lo fanno essere un e-commerce diverso da tutti gli altri.

I prodotti offerti da Amazon includono diversi media come libri, DVD, CD musicali, videocassette e software. Poi abbiamo abbigliamento, prodotti per l’infanzia, elettronica di consumo, prodotti di bellezza, cibo gurmet, generi alimentari, articoli per la cura della persona e dalla salute, forniture industriali e scientifiche, articoli da cucina, gioielli e orologi, articoli per il prato e il giardino, strumenti musicali, articoli sportivo, strumenti, articoli automobilistici e giocattoli e giochi.

La piattaforma di acquisto, è semplice da utilizzare, con un semplice clic, anche chi non ha un buon rapporto con il computer o qualunque altro dispositivo può facilmente fare shopping.

Le sue spedizioni sono rapide, grazie anche ad Amazon Primi, abbonamento annuale, che permette ai clienti di ricevere le spedizioni il giorno dopo.

Il servizio clienti è sempre disponibile, 24 ore su 24 per 7 giorni alla settimana, rapidi nel risolvere ogni tipo di problema.

Ora grazie al trading online possibile investire con poco capitale sulle azioni Amazon e questo spiega la grandissima domanda degli ultimi mesi.

Investire in azione Amazon, con poco capitale ora si può.

Questo è possibile attraverso il trading CFD (Contratti per differenza), che permette di investire sulle azioni Amazon con un piccolo investimento, con bassi costi ma soprattutto senza dover possedere fisicamente le azioni.

Si perchè con i CFD possiamo investire sul movimento dei prezzi delle azioni Amazon, dunque possiamo sfruttare sia l’aumento dei prezzi delle azioni, sia il calo del prezzo delle azioni della società, avendo così più opportunità di avere profitto.

I CFD sono un prodotto con leva finanziaria, caratteristica principale, che ci permette, come abbiamo detto all’inizio di versare solo una percentuale del valore totale della posizione che vogliamo aprire, avendo così un’esposizione di mercato più grande con profitti, ma anche perdite più alta.

Il trading CFD è il miglior modo, per investire sulle azioni di Amazon, limitando i rischi e avere più opportunità di profitto.

Per investire nelle azioni Amazon ci sono due modi:

il primo è il tradizionale acquisto di azioni attraverso la banca di fiducia dove apriremo un deposito titoli. L’acquisto di azioni, è un investimento a lungo termine, dove il capitale iniziale deve essere molto alto.

I costi di transazione e mantenimento sono molto altro, e i rischi con questo tipo di investimento sono molto alti. Chi opta per questo metodo, è sicuramente un esperto o professionista nel settore, il suo capitale è ingente.

– L’altra opzione, a mio avviso la migliore, da la possibilità di accedere alle azioni di Amazon, non acquistando fisicamente le azioni, ma bensì investendo sui loro movimenti. Stiamo parlando dei Contratti per differenza, o CFD, prodotto finanziario attualmente più utilizzato, questo perchè a vantaggi e caratteristiche che altri prodotti finanziari non hanno.

La prima caratteristica, è la possibilità di poter avere un profitto sia dal prezzo delle azioni che aumentano sia dal prezzo in calo. Ma soprattutto possiamo grazie alla leva finanziaria, investire solo una frazione del valore totale della negoziazione che vogliamo aprire, avendo così un’esposizione al mercato più grande, e i nostri profitti saranno altrettanto elevati, ricordiamo che al contrario anche le perdite possono essere ingenti.

Le azioni di Amazon possono essere acquistate presso tutti i broker che sono nel settore, noi vi vogliamo consigliare alcuni dei migliori broker che permettono di investire sulle azioni Amazon in tutta sicurezza come 24Option.com, XTB, eToro ed infine Markets.com.

Troverete le recensioni e le opinioni di trader professionisti sui broker sopra citati al seguente link: https://www.bassilo.it/migliori-broker-trading/

Questi broker, offrono l’opportunità di imparare a negoziare attraverso il loro conto demo, dove è presente un deposito in valuta virtuale, che ti permette di simulare il trading online su CFD, in un ambiente che replica esattamente quello reale.

Ma quindi conviene comprare azioni Amazon attraverso la vostra Banca?

Come abbiamo visto, comprare azioni attraverso la nostra banca di fiducia, non conviene, visto gli elevati costi di acquisto e di mantenimento, ma soprattutto acquistare le azioni Amazon è molto rischio, il mercato valutario è molto volatile.

Operare invece attraverso i CFD, a i suoi vantaggi, sia a livello di costi, infatti i CFD permettono di investire sulle azioni con un basso capitale, che varia a seconda del broker che si sceglie, i costi di negoziazione sono veramente bassi, ma soprattutto limitano il rischio di perdite, questo perchè i CFD permettono di investire sia sui prezzi in rialzo che in ribasso.

Le azioni Amazon, sono una buona opportunità di profitto, a nostro avviso, il miglior modo di approfittare di questo ondata, è attraverso i CFD, che permetto a tutti l’accesso alle azioni Amazon, ma soprattutto il prodotto con meno rischi di perdita visto l’opportunità di investire sia con i prezzi in aumento che in calo.

Puntare sulle Azioni Amazon è miglior cosa da fare, visto la sua continua e interminabile espansione.

Per maggiori informazioni sulle Azioni Amazon e sopratutto su come fare trading sulle azioni amazon crediamo sia molto utile la lettura di un articolo che abbiamo trovato nei tanti siti web che trattano l’argomento al seguente link: http://www.g40.it/scopriamo-perche-investire-nelle-azioni-amazon/